Share

Nausikaa...

Gemelli diversi di una stessa madre, l’amore per il buon cibo e il buon vivere. Ma con una personalità separata e distinta. Eccoci, semplicemente noi, Martino e Francesco. La nostra storia inizia molto tempo fa, molto prima del Nausikaa.

Inizia nella cucina di nostra nonna, tra l’intenso profumo del ragù della domenica cotto sui carboni, nelle trame della pasta lavorata a mano, che dava vita a pane, focacce, orecchiette.

Inizia tra i trulli imbiancati a calce, tra viti e ulivi, sole e pietre ambrate, e tratturi che si trasformavano in campi di calcio.

Inizia nell’orto di nostro padre, sua gioia e orgoglio, nelle verdure, fresche e di stagione, che riempivano la nostra tavola.

Ogni giorno. In ogni piatto che proponiamo, in ogni vino che consigliamo, in ogni sorriso che vi porgiamo c’è tutto questo universo: le tradizioni di una famiglia del Sud, il rispetto per il cibo sano, l’amore per la nostra terra, la Valle d’Itria.

Martino e Francesco Nausikaa

Trasformiamo il cibo in poesia

I prodotti che ci offre la natura, senza il tocco umano, sarebbero incantesimi inespressi. Il nostro lavoro e la nostra fatica sono tutte qui: nel trovare il punto di equilibrio tra la nostra creatività e l’autenticità dei sapori della nostra terra. E noi ogni giorno ci mettiamo in gioco affinché ogni piatto riesca a raccontare una storia.

Così nel nostro menù troverete ricette che vi riporteranno indietro nel tempo, nella cucina della vostra nonna, e altre che vi proietteranno verso sapori e profumi ancora sconosciuti. E non sarà soltanto il passare delle stagioni a dettare la nostra carta – perché da noi trovano posto solo materie prime di stagione e locali – ma anche il nostro vissuto, gli incontri che faremo, le esperienze che vivremo.

Perché per noi un piatto buono è un piatto che ha un’anima. E che vi farà sentire a casa.

Dicono di noi